la missione | l'impianto | la filiera | la tecnologia | ecocompatibilità | registrazioni  
 
  Addresses  
 
APPIA ENERGY
Sede legale e Centrale:

Contrada Console
74016 Massafra, Taranto - Italy

P. IVA 02304890730

tel. 099 8804 187
fax 099 8804 168

appia.energy@marcegaglia.com
www.appiaenergy.com
 
  info@marcegaglia.com
www.marcegaglia.com

 
     
  Services  
Filmato: Produzione energia da CDR  
Glossario  
Link utili  
Download brochure  
     
  Dlgs231    
     
Modello Organizzativo e di gestione ex D.LGS. 231/2001  
     
  Altre Aziende  
Euro Energy Group  
Appia Energy  
CO.GE.AM  
     
 
Le tecnologie
di combustione e quelle di
rimozione degli agenti
inquinanti
 
 
 

Appia Energy impiega la tecnologia di combustione a letto fluido, che ottimizza l'uso del CDR e consente di rispettare i severi limiti di emissione fissati dalle legislazioni nazionali ed europee.

Il letto fluido è un sistema che prevede la combustione del CDR in sospensione con uno strato di sabbia silicea che viene fluidizzato insufflando aria dal fondo, permettendo così il pieno controllo della combustione del CDR ed una efficace rimozione degli inquinanti.

 

I vantaggi della combustione a letto fluido
Elevata efficienza di combustione (oltre il 99%) grazie alla con-
temporaneità della gestione di tre fattori chiave: temperatura,
turbolenza, tempo di residenza.

Elevata stabilità della combustione al variare delle caratteristi-
che del combustibile, grazie al “volano termico” costituito dalla
sabbia.
Temperature di combustione relativemente basse, con conse-
guente riduzione della formazione di NO
x.


L’ABBATTIMENTO DEGLI INQUINANTI
La prima fase di abbattimento degli inquinanti avviene nella
camera di combustione, dove si realizzano:

• abbattimento degli ossidi di azoto (NO
x) mediante un sistema
di riduzione non catalitica (SNCR - Selective Non Catalitic
Reduction) con iniezione di ammoniaca idrata;
• parziale assorbimento dei gas acidi mediante iniezione di
calcare o dolomite;
riduzione degli ossidi di carbonio (CO) e carbonio organico
totale (COT) garantendo tempi di residenza a temperature
controllate.

La rimozione finale degli inquinanti acidi, metalli pesanti e la
depolverazione dei gas di combustione avviene nel sistema di
trattamento fumi posto a valle della caldaia.

Il sistema di trattamento prescelto, in relazione alla temperatura
dei fumi in uscita dalla caldaia (170°C) ed all’elevata efficienza
di rimozione richiesta, è del tipo a secco e si articola su una tor-
re di reazione e un filtro a maniche finale.

Il sistema prevede l'iniezione nella corrente gassosa da depurare di bicarbonato di sodio (NaHCO3) opportunamente micronizzato e carboni attivi.
In particolare, i carboni attivi consentono di rimuovere eventuali tracce di diossine residue, mercurio e altri microinquinanti eventualmente presenti.

La fase di rimozione degli inquinanti si completa con l'abbatimento del particolato di fumi mediante filtro e maniche, con un rendimento di abbattimento superiore al 99,9%.

In questa sezione avviene anche il completamento dell'assorbimeno di eventuali gas acidi.
Il filtro infatti aumenta l'efficenza del sistema a secco, incrementando il tempo di contatto tra il reagente e i gas acidi, che sono costretti a passare attraverso le polveri contenenti sorbente non reagito presente sulle maniche del filtro.

 

Marcegaglia Energy

    © Copyright 2005 Appia Energy - All rights reserved  
Marcegaglia Energy